La differenza tra marmellata e confettura
La differenza tra marmellata e confettura

Qual è la differenza tra Marmellata e Confettura? Con il passare degli anni abbiamo ricevuto molte domande di questo tipo dai nostri clienti. In questo articolo cercheremo di rispondere in maniera più completa possibile a questa domanda (anche grazie alla regolamentazione in materia, ovvero il Decreto legislativo 20 febbraio 2004, n. 50, in materia di "Attuazione della direttiva 2001/113/CE concernente le confetture, le gelatine e le marmellate di frutta, nonché la crema di marroni, destinate all'alimentazione umana").


QUALCHE DEFINIZIONE


Nel Decreto legislativo 20 febbraio 2004 sono riportate le seguenti definizioni, che riassumiamo di seguito:
1)    MARMELLATA: la mescolanza, portata a consistenza gelificata appropriata, di zuccheri e di uno o più dei seguenti prodotti ottenuti da agrumi: polpa, purea, succo, estratti acquosi e scorza. La quantità di agrumi utilizzata deve essere non inferiore a 20% del peso del prodotto finito, di cui almeno lo 0,75% dev’essere proveniente dall'endocarpo.
2)    CONFETTURA: è la mescolanza, portata a consistenza gelificata appropriata, di zuccheri e di polpa e/o di purea di una sola specie di frutta, oppure, di due o più specie di frutta. La quantità di polpa utilizzata non deve essere inferiore al 35% del peso del prodotto finito.
3)    CONFETTURA EXTRA: è la mescolanza, portata a consistenza gelificata appropriata, di zuccheri e di polpa: di una sola specie di frutta, oppure, di due o più specie di frutta (escluse mele, pere, prugne a nocciolo aderente, meloni, angurie, uve, zucche, cetrioli e pomodori). La quantità di polpa utilizzata non deve essere inferiore al 45% del peso del prodotto finito.

Già da queste prime definizioni, infatti, s’intuisce la differenza sostanziale tra i due prodotti, ovvero che la base per la preparazione di una marmellata sono gli agrumi.



ERRORI COMUNI


Queste definizioni di marmellata e confettura (e i relativi approfondimenti) hanno risolto numerose diatribe, aperte per molto tempo. Infatti, in Italia, molti erano soliti chiamare comunemente “marmellata” qualsiasi tipo di prodotto gelatinoso, a prescindere dal fatto che fosse o meno a basa di agrumi (senza parlare della relativa percentuale necessaria per far sì che non sia solamente gelatina aromatizzata agli agrumi).
Tuttavia, in Italia, rimane ancora abbastanza diffusa questa consuetudine da parte dei consumatori, anche se, grazie alla regolamentazione (e al tempo), sembra che stia avvenendo un cambio di rotta.