Come saper riconoscere l'olio buono?
Come saper riconoscere l'olio buono?

L’olio, come la maggior parte dei prodotti coltivati, lavorati e classificati ha diversi passaggi di esaminazione e di valutazione.

Per saper riconoscere l’olio buono ci sono dei tecnicismi avanzati e specifici, di cui si servono gli assaggiatori di oli certificati.

Ci sono delle facili nozioni utili per saper riconoscere l’olio di qualità, finalizzato all’acquisto e il conseguente utilizzo personale. Noi oggi vogliamo dunque darvi dei consigli semplici, ma non banali, che possono essere applicati da chiunque ed in qualsiasi momento in cui si sta acquistando olio extravergine.

[I nostri oli sono tutti pronti per essere degustati e soprattutto ricordati! Per degustare il nostro olio bio al 100% CLICCA QUI e scopri tutte le offerte del mese]

L’analisi dell’olio deve essere affrontata da diversi punti, che sono fondamentali per una decisione complessiva e contemplata in modo corretto.

 

1. ANALISI VISIVA: IL COLORE DELL'OLIO NON MENTE MAI

Il colore del prodotto può essere un valido strumento per riconoscere l’olio di qualità, da quello raffinato o lavorato in modo poco corretto.

Quali sono i colori dell’olio? I colori sono semplici e distintivi:

è fondamentale sottolineare che l’analisi visiva dell’olio va fatta fuori dalla bottiglia in quanto non permette una visione corretta. La giusta analisi è in un bicchiere trasparente o in extremis su un pezzo di pane.

  • Colore verdone olio EVO: il colore verde dell’olio indica che l’olio extravergine è stato prodotto con olive non ancora mature. Questo a livello di gusto indica che l’olio sarà soprattutto astringente, quindi leggermente più acidulo e “secco”. Una lavorazione appropriata può comunque donare dei prodotti validi e saporiti anche con delle olive non mature
  • Colore giallo oro brillante olio EVO: il colore giallo oro deve essere prima di tutto anche brillante, indica poi nell’olio extravergine che il prodotto proviene da olive mature e di alta qualità. Usualmente questa è lo stato ideale per un olio di qualità, con sapori e odori equilibrati, che si sanno mantenere nel tempo. Questo dipende anche dal tipo di cultivar da cui l’olio deriva, come per esempio per l’olio coratina, olio doc pugliese, che ha delle caratteristiche che permettono all’olio di preservarsi molto nel tempo
  • Colore giallo arrancidito o trasparente olio EVO: questo colore giallo scuro indica un prodotto creato con delle olive troppo mature, che si possono definire anche vecchie. L’olio extravergine prodotto con questi tipi di olive può presentare problematiche come una forte trasparenza, un’assenza di sapore o addirittura potrebbe essere alterato.

 

2. ANALISI DEL CORPO: LA CONSISTENZA DELL'OLIO è UN MOVIMENTO UNICO E SENSUALE

La densità dell’olio può voler dire moltissime cose.

Primo fra tutti, lasciateci essere romantici e dire che è un movimento ipnotico che ti sa rapire e far venire l’acquolina in bocca; ancor prima di aver degustato il prodotto!

Il corpo dell’olio può significare che esso è stato contraffatto, tagliato con altri oli o peggio ancora diluito.

Non è cosa semplice trovare il modo opportuno di valutarlo. Quello che vi possiamo consigliare è di optare sempre per una densità che scivola ma che non rimane “incastrata” durante la mescita. L’olio non deve essere troppo veloce nella discesa dalla bottiglia, tanto quanto non troppo lento. L’olio deve scendere liscio, pieno di colore e si deve sentire in bocca quando lo si degusta in modo intenso di sapore, allo stesso tempo con la giusta scioglievolezza di corpo.

Sembra cosa difficile, così a leggere, ma siamo certi che degustando il nostro olio capirete subito di cosa stiamo parlando.

 

3. ANALISI OLFATTIVA: CHE ODORE HA L'OLIO DI QUALITA'?

Per l’analisi olfattiva dell’olio bisogna anche qui fare una premessa. Non è possibile dare delle linee sicure e definitive. L’odore dell’olio di qualità dipende dal cultivar, dal luogo in cui esso è coltivato e molto altro. L’odore, come il sapore, dipendono da quando le olive vengono raccolte, che tipo di frangitura viene effettuata e quale risultato si vuole ottenere per un olio di qualità.

In generale i tratti distintivi per un olio extravergine di qualità sono sentori di oliva vera e propria. Un altro elemento che si può identificare spesso, nell’olio di qualità, è un buon sentore di erba appena tagliata e del fruttato.

Essendo questa una guida per tutti cerchiamo di darvi consigli pratici e applicabili da chiunque. Per onestà di mestiere, e completezza d’informazioni, ci teniamo comunque a specificare che una giusta degustazione di olio dovrebbe avvenire con specifiche pratiche. La pratica più nota ed utilizzata è quella di versare l’olio in un bicchiere di colore blu e scaldarlo per portare l’olio a 25°. In questo modo e soprattutto a questa temperatura l’analisi dell’olio è al massimo delle capacità del prodotto.

  

4. PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO: LA BOTTIGLIA E' IL PRIMO DEI FATTORI

La presentazione dell’olio non è da sottovalutare e non riguarda motivi di design o marketing. Un olio di qualità viene sempre imbottigliato in recipienti di acciaio inox o bottiglie con vetro scuro. Questo perché il sole modifica e altera le proprietà dell’olio, che non vi deve essere esposto. Inoltre, la chiusura del tappo deve essere rigorosamente ermetica.

Tra gli altri vari elementi da prendere in considerazione nel packaging ci sono l’etichetta, per la verifica della provenienza delle olive, la lavorazione e l’imbottigliamento. Ci sono anche molti possibili indici da poter analizzare e leggere. In questo articolo ci limitiamo a consigliarvi di leggere e cercare l’indicazione della provenienza delle olive. Questo per essere certi che le olive siano di provenienze di qualità, come per esempio la provenienza 100% Italia.

  

5. FIDARSI DEI GIUSTI PRODUTTORI

In generale per riconoscere l’olio di qualità vi consigliamo anche di analizzare l’eventuale produttore. Ad oggi è facile per poter verificare la qualità dell’olio, come di un qualsiasi altro prodotto, con la funzione di recensioni e opinione pubblica. Dunque se state acquistando olio extravergine online vi consigliamo sempre di fare delle ricerche di altri clienti e delle loro esperienze. Se un sito che vende olio non ha un sistema di recensione può non essere un buon segnale.

Proprio per questo noi ci teniamo alle recensioni dei nostri felici clienti, e vi invitiamo a leggerle tutte!

Se sei un nostro cliente e ancora non hai lasciato la tua opinione sui nostri prodotti ti invitiamo a farlo subito, da QUI

Come sempre non ci rimane che augurarvi: Buona Degustazione!

  

SCOPRI IL NOSTRO OLIO BIO

 

Altri articoli del nostro agri-blog:

 

I nostri video: